chiudi  
   
 
Titolo:
 
Regista:
 
Protagonisti:
 




in onda su RAI UNO

dal 12 gennaio 2009

da un'idea di
SIMONE DE RITA
ALESSANDRO JACCHIA
soggetto di serie SIMONE DE RITA
con la collaborazione di MARTA STORTI
sceneggiatura
SIMONE DE RITA
MARTA STORTI
DUCCIO CAMERINI
VINICIO CANTON
story editor
JACOPO FANTASTICHINI
FRANCESCO BALLETTA
regia GIORGIO SERAFINI
regia unità parallela DARIO ACOCELLA
direttore della fotografia
MASSIMO ZERI (AIC)
scenografia LUCA GOBBI
costumi KATINA MERCENARI
suono in presa diretta
MASSIMO PISA (AITS)
montaggio VALENTINA MARIANI
musiche composte e dirette da
GUY FARLEY
edizioni musicali RAI TRADE

produttore esecutivo
ALESSANDRO PASSADORE
produttori RAI
LEONARDO FERRARA
ALESSANDRO CARBONE
una co-produzione
RAI FICTION
ALBATROSS ENTERTAINMENT S.p.a.
prodotta da
ALESSANDRO JACCHIA
MAURIZIO MOMI

CAST ARTISTICO INTERA SERIE
GIANMARCO TOGNAZZI
BIANCA GUACCERO
con la partecipazione di
ANTONIA LISKOVA
MARCO FALAGUASTA

PIERLUIGI MISASI
COSIMO FUSCO
GIORGIO MARCHESI
LUCA SETA
SIMONA BORIONI
e con
FRANCESCA CAVALLIN

MARTA GASTINI
ELENA RAVAIOLI
MORIAN ATIAS
DARIO COSTA
GILDA LAPARDHAJA
ALESSANDRO PESS
FABIO GALLI
PIERO NUTI
ROBERTO LAURERI
UMBERTO PROCOPIO
PAOLO CASIRAGHI
JOE CAPALBO
FRANCESCO REDA
con la partecipazione di
GEA LIONELLO

IL BENE E IL MALE
regia di Giorgio Serafini
seconda puntata
Finché morte non vi separi
Grazia, una giovane agente che ha avuto una relazione clandestina con Claudio qualche tempo prima, torna a casa dei suoi e si ritrova a convivere con i genitori e il fratello Marco, un ragazzo con seri problemi di ritardo mentale. Ancora alla ricerca di informazioni sulle indagini di Fabiana, Claudio si ritrova a indagare su un certo Pietro Marconi, ex di Grazia. Così decide di farla trasferire nel suo commissariato, investito nel frattempo da un nuovo caso. Sembra un furto come tanti ma qualcosa è andato storto... (segue nel pressbook)

Fratelli
Claudio e la sua squadra sono appostati nei pressi di un capannone: hanno ricevuto una soffiata anonima, qualcuno sta organizzando una tratta di schiave. Autore della soffiata è Pietro. Marconi non tollera che la banda di De Santo svolga attività come quella nel suo quartiere e ha fatto in modo di complicare la vita ai rivali, non sapendo però che Giovanni, il fratello, fosse coinvolto... (segue nel pressbook)

 
 
pressbook   rassegna stampa
 

 

 

 


photogallery

 

 

 
clip video
   

 
Share |
Kinoweb.it - a cura di Viviana Ronzitti e Fabrizio Giometti - Via Domenichino 4 00184 ROMA - P.IVA 09419491007