chiudi  
   
 
Titolo:
 
Regista:
 
Protagonisti:
 


LA PISTA DI SABBIA
dall’omonimo romanzo di Andrea CAMILLERI
edito da Sellerio editore

in onda su RAI UNO il 10 novembre 2008

regia ALBERTO SIRONI
sceneggiatura
FRANCESCO BRUNI
ANDREA CAMILLERI
SALVATORE DE MOLA
direttore della fotografia FRANCO LECCA
montaggio STEFANO CHIERCHIÉ
fonico di presa diretta
UMBERTO MONTESANTI
mixage ROBERTO CAROSELLI
scenografia LUCIANO RICCERI
costumi TIZIANA MANCINI
musiche composte, orchestrate e dirette da
FRANCO PIERSANTI
aiuto regia e casting FRANCO NARDELLA
edizione GIANNI MONCIOTTI
produttore esecutivo
GIANFRANCO BARBAGALLO

distribuzione internazionale
RAI TRADE
produttori RAI
CECILIA COPE
ERICA PELLEGRINI
editor PALOMAR GLORIA GIORGIANNI
una produzione RAI FICTION
realizzata da PALOMAR ENDEMOL
prodotto da CARLO DEGLI ESPOSTI (Apt)

CAST ARTISTICO
LUCA ZINGARETTI
CESARE BOCCI
PEPPINO MAZZOTTA
ISABELL SOLLMAN
ANGELO RUSSO
MANDALA TAYDE
GIOVANNI MOSCHELLA
DAVIDE LO VERDE
MARCELLO PERRACCHIO
GIGIO MORRA
MIMMO GENNARO
MARIO PUGLISI

altri interpreti in ordine alfabetico
GIOVANNI AREZZO
IGNAZIO BARCELLONA
LUIGI CARUSO
ALFIO DE FRANCO
FILIPPO JELO
ALBERTO MOLONIA
MARZIA MESSINA
MIRELLA PETRALIA
SARO SPATA
BRUNO ZOLEA


IL COMMISSARIO MONTALBANO
regia di Alberto Sironi
LA PISTA DI SABBIA
La pista di sabbia è una storia bellissima, avventurosa, calda, e si svolge in un contesto completamente nuovo per Montalbano, quello delle corse di cavalli: alcune elegantissime organizzate da un éntourage di nobili, altre clandestine organizzate dalla mafia.
La pista di sabbia inizia con il ritrovamento di un cavallo massacrato che è venuto a morire nella spiaggia sotto la casa del commissario.
Da quel momento Montalbano incomincia la sua indagine circondato da una serie di personaggi curiosi ed affascinanti: i manichini della nobiltà siciliana di provincia, i brutti ceffi dei cavallari, i gregari della mafia, semplici delinquenti e infine i capo-rioni che tirano le fila dei delitti, il tutto condito dall’apparizione di una bella amazzone amica di Ingrid.
Montalbano conduce la sua indagine difficile evitando i falsi obiettivi che si frappongono tra lui e la soluzione e finalmente con uno stratagemma ingegnosissimo riesce a snidare i veri colpevoli e a salvare il fido Galluzzo addirittura da un’accusa di omicidio. Come sempre un giallo dalle grandi
atmosfere che ritorna all’azione dei primi episodi, un vero Montalbano
 
 
pressbook      
 

 

 

 


photogallery

 

 


 
Share |
Kinoweb.it - a cura di Viviana Ronzitti e Fabrizio Giometti - Via Domenichino 4 00184 ROMA - P.IVA 09419491007