chiudi  
   
 
Titolo:
 
Regista:
 
Protagonisti:
 


IL CAMPO DEL VASAIO
dall’omonimo romanzo di Andrea CAMILLERI
edito da Sellerio editore

in onda su RAI UNO il 14 marzo 2011

regia ALBERTO SIRONI
sceneggiatura
FRANCESCO BRUNI
SALVATORE DE MOLA
LEONARDO MARINI
supervisione alle sceneggiature
ANDREA CAMILLERI
Tratte dagli omonimi romanzi di
Andrea Camilleri
editi da SELLERIO EDITORE
fotografia FRANCO LECCA
montaggio STEFANO CHIERCHIÉ
fonico di presa diretta
UMBERTO MONTESANTI
scenografia LUCIANO RICCERI
costumi CHIARA FERRANTINI
musiche FRANCO PIERSANTI
aiuto regia e casting
FRANCO NARDELLA
edizione GIANNI MONCIOTTI
produttore esecutivo
GIANFRANCO BARBAGALLO
distribuzione internazionale
RAI TRADE
produttore RAI
ERICA PELLEGRINI
editor PALOMAR GLORIA GIORGIANNI

una produzione RAI FICTION
realizzata da PALOMAR S.P.A.
prodotto da
CARLO DEGLI ESPOSTI
e NORA BARBIERI
con MAX GUSBERTI

CAST ARTISTICO
LUCA ZINGARETTI
CESARE BOCCI
PEPPINO MAZZOTTA
ISABELL SOLLMAN
ANGELO RUSSO T
UCCIO MUSUMECI
ROBERTO NOBILE
MARCELLO PERRACCHIO
GIACINTO FERRO
DAVIDE LO VERDE
COSTANTINO CARROZZA
GIOVANNI BATTAGLIA
CARMELINDA GENTILE
ROBERTO BONURA
FRANCESCO COLAIEMMA
VINCENZO FAILLA
MARIA ISABELLA PIANA
con la partecipazione di
GIGIO MORRA
e con
BELEN RODRIGUEZ

IL COMMISSARIO MONTALBANO
regia di Alberto Sironi
IL CAMPO DEL VASAIO
In un mattino di tregenda viene ritrovato presso il critaru, un impervio pendio argilloso, un sacco con dentro un cadavere fatto a pezzi: un uomo, ucciso e nascosto lì da circa due mesi.
Montalbano inizia l’indagine, ma presto emerge anche un altro, grosso problema, che non può essere più ignorato: Mimì Augello, da tempo piuttosto cupo, diventa sempre più irascibile, scontroso, intrattabile; è spesso aggressivo e ingiusto con i sottoposti; insomma, al commissariato non si respira più.
Montalbano capisce di dover fare qualcosa, e in breve scopre che Mimì ha un’amante, con la quale si incontra in segreto, di notte.
Salvo ritiene che la tresca sia alla base dello strano comportamento di Mimì, che presto va di male in peggio: Augello pretende che Salvo gli assegni il caso del morto al critaru, altrimenti chiederà al questore il trasferimento ad altra sede. Montalbano prende tempo, e intanto va avanti con l’indagine, e scopre che il morto nel sacco è stato ucciso e sistemato in una maniera che richiama antichi rituali mafiosi: perciò di delitto di mafia si tratta... (segue nel pressbook)
 
 
pressbook rassegna stampa
 

 

 

 


photogallery

 

 

 
clip video
   

 


 
Share |
Kinoweb.it - a cura di Viviana Ronzitti e Fabrizio Giometti - Via Domenichino 4 00184 ROMA - P.IVA 09419491007